Ecologia

Riciclo materiali per un’edilizia ecologica L’azienda Luminoso lavora da anni anche ad un’edilizia che è attenta all’ecologia. Al servizio dell’azienda infatti ci sono frantoi mobili dedicati al riciclaggio di materiali inerti da costruzione e demolizione. Ciò comporta molti vantaggi per il cliente.
Vengono così infatti sia eliminate le spese di manutenzione o gestione per le aziende del settore, che possono noleggiare tali strumenti a prezzi convenienti, e vengono inoltre eliminati i costi di discarica. L’utilizzo di tali macchinari permette per il riciclo dei materiali inerti da costruzione con un enorme beneficio per l’ambiente.

Il materiale riciclato viene infatti reinserito nel ciclo produttivo edilizio o riutilizzato come materiali per sottofondi stradali, sovrastrutture in genere, rilevati e riempimenti.L’azienda Luminoso vende inoltre materiale riciclato a prezzi economicamente vantaggiosi.
Certificazioni L’azienda dispone di idonee certificazione per la frantumazione di materiale inerte da avviare ai sensi dell’art. 216 del D.to L.vo 152/06, modificato ed integrato dall’art. 2 comma 36 del D.to L.vo n. 4/08 e dal D.M. n. 186/06, ed è iscritta con il n. 242 nel registro provinciale.
Tipologie di rifiuti
Rifiuti costituiti da laterizi, intonaci e conglomerati di cemento armato e non, comprese le traverse e i traversoni ferroviari e i pali in calcestruzzo armato provenienti da linee ferroviarie, telematiche ed elettriche e frammenti di rivestimenti stradali, purchè privi di amianto.

logoministero

Scarica la modulistica necessaria

Impianti recupero inerte

riciclo-rifiuti

La ditta Luminoso è iscritta al n. 242 nel registro provinciale di Foggia per esercizio attività di frantumazione di materiale inerte da avviare al recupero 

IMPIANTO FRANTUMAZIONE MOBILE

La società, è in possesso dell’autorizzazione per un impianto mobile di frantumazione di rifiuti inerti non pericolosi.

L’impianto in sintesi è costituito da un gruppo semovente di frantumazione frantoio Frank
con capacità massima di produzione di 70 t/h

La ditta è in grado di eseguire il recupero degli inerti direttamente in cantiere o su aree appositamente attrezzate.

Le campagne mobili vengono condotte nel rispetto della procedura VIA (Valutazione Impatto Ambientale), dei limiti di emissione in atmosfera di polveri e rumori, della normativa ambientale e delle garanzie finanziarie previste per legge.

DESCRIZIONE CICLO PRODUTTIVO
l processo produttivo dell’impianto di recupero può schematizzarsi nei seguenti punti:
Ingresso impianto, prima verifica qualitativa dei rifiuti, pesatura e accettazione formulari;
Stoccaggio dei rifiuti in attesa di lavorazione;
Esecuzione test di cessione ai sensi dell’allegato 3 del D.M. 05/02/1998
Alimentazione unità di frantumazione semovente ed eliminazione dei materiali inquinanti;
Frantumazione;
Deferrizzazione;
Vagliatura;
Stoccaggio del materiale in pezzature omogenee.
Dopo una prima fase di controllo di qualità per verificare l’ammissibilità all’impianto, la pesatura e la documentazione di trasporto dei rifiuti in entrata.

ATTIVITA’ DI RECUPERO ESERCITATE
TIPOLOGIA 7.1
Rifiuti costituiti da laterizi, intonaci e conglomerati di cemento armato e non, comprese le traverse ed i traversoni ferroviari ed i pali in calcestruzzo armato provenienti da linee ferroviarie, telematiche ed elettriche e frammenti di rivestimenti stradali, purché privi di amianto.

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
101311 – Rifiuti della produzione di materiali compositi a base di cemento, diversi da quelli di cui alle voci 101309 e 101310.
170101 – Cemento
170102 – Mattoni
170103 – Mattonelle e ceramiche
170802 – Materiali da costruzione a base di gesso diversi da quelli di cui alla voce 170801
170107 – Miscugli e scorie di cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche diverse da quelle di cui alla voce 170106
170904 – Rifiuti misti dall’attività di costruzione e demolizione, diverse da quelle di cui alla voce 170901, 170902 e 170903
200301 – Rifiuti urbani non differenziati

Provenienza: Attività di demolizione, frantumazione e costruzione; selezione da RSU e/o RAU; manutenzione reti, attività di produzione di lastre e manufatti in fibro cemento.

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5

TIPOLOGIA 7.2
Rifiuti da rocce da cave autorizzate.

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
010410 – Polveri e residui affini, diversi da quelli di cui alla voce 010407
010413 – Rifiuti prodotti dalla lavorazione della pietra, diversi da quelli di cui alla voce 010407
010408 – Scarti di ghiaia e pietrisco, diversi da quelli di cui alla voce 010407

Provenienza: Attività di lavorazione di materiali lapidei.

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5

TIPOLOGIA 7.3
Sfridi e scarti di prodotti ceramici crudi, smaltati e cotti.

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
101201 – Scarti di mescole non sottoposti a trattamento termico
101206 – Stampi di scarto
101208 – Scarti di ceramica, mattoni, mattonelle e materiale da costruzione (sottoposti a trattamento termico)

Provenienza: Fabbricazione di prodotti ceramici, mattoni e mattonelle e materiali di costruzione smaltati.

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5

TIPOLOGIA 7.4
Sfridi di laterizio ed argilla espansa.

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
101203 – Scarti di mescola non sottoposti a trattamento termico
101206 – Scampi di scarto
101208 – Scarti di ceramica, mattoni, mattonelle e materiale da costruzione (sottoposti a trattamento termico)

Provenienza: Attività di produzione di laterizi ed argilla espansa e perlite espansa.

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5

TIPOLOGIA 7.6
Conglomerato bituminoso, frammenti di piattelli per il tiro a volo.

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
170302 – Miscele bituminose diverse da quelle di cui alla voce 170301
200301 – Rifiuti urbani non differenziati

Provenienza: Attività di scarifica del manto stradale mediante fresatura a freddo: campi di tiro a volo.

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5

TIPOLOGIA 7.9
Scarti di refrattari a base di carburo di silicio

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
161106 – Scarti di refrattari a base di carburo di silicio

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5

TIPOLOGIA 7.11
Pietrisco tolto d’opera.

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
170508 – Pietrisco per massicciate ferroviarie diverso da quello di cui alla voce 17.05.07

Provenienza: Manutenzione delle strutture ferroviarie.

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5 – R10

TIPOLOGIA 7.12
Calchi di gesso esausti.

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
101206 – Stampi di scarto
101299 – Rifiuti non specificati altrimenti
200301 – Rifiuti urbani non differenziati
101399 – Rifiuti non specificati altrimenti
170802 – Materiali da costruzione a base di gesso diversi da quelli di cui alla voce 170801

Provenienza: Attività scultoree e industrie ceramiche.

OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5
TIPOLOGIA 7.31 BIS
Terre e rocce da scavo

CODICI CER E DESCRIZIONE DEL RIFIUTO
170504 – Terre e rocce da scavo
OPERAZIONI DI RECUPERO R13 – R5